CREA IL MANDALA DELL’INCERTEZZA E TRASFORMALO!

Ciao! Sono Luisa Martinelli, counselor biografica professionista e agevolatrice del metodo 'Mandala Evolutivo'

In questi giorni mi trovo spesso a fare i conti con l’incertezza, una parola e un’emozione che forse appartiene un po’ a tutti in questo periodo. Una parola che spiazza e, a volte, confonde, perché all’incertezza manca proprio la sicurezza.

Ma forse è possibile trasformare o placare un po’ questa incertezza andando alla ricerca di quelle piccole sicurezze che ci appartengono, che sono sotto i nostri occhi, nella nostra casa, nella persona che convive con noi o che ci chiama per sapere come stiamo. Certezze che forse non sono sufficienti per mettere tutto a posto, ma possono significare qualcosa, una piccola ancora. Io lo faccio utilizzando i mandala perché per me hanno un significato profondo. Se vuoi leggi il mio piccolo articolo “Mandala: bellezza, consapevolezza, stati d’animo racchiusi in un cerchio magico ”.

In questa settimana ho sentito il bisogno di costruire il mandala dell’incertezza per poi farlo a pezzi più piccoli e ricostruirlo sistemandoli in modo che possano parlare delle mie piccole certezze. Mi ha fatto bene farlo e mi fa bene guardarlo durante il giorno.

Vuoi provare a farne uno anche tu? Proverò a guidarti.

Innanzitutto recupera il materiale necessario:

2 fogli bianchi ed un foglio per scrivere i tuoi appunti;

Colla; forbici; colori (matite o pennarelli, cera, ...);

compasso o oggetto di forma rotonda (io ho usato un coperchio);

carta colorata, fogli, riviste, cartoline, dépliant e tutto quello che hai a portata.

 

Ora che hai tutto quello che ti serve partiamo!

Disegna un grande cerchio in ciascuno dei due fogli.

Ritaglia delle immagini o delle forme dal materiale che hai trovato: ragiona poco e lasciati ispirare da forme e colori.

Come prima cosa vogliamo creare il mandala dell’incertezza! Usa le immagini e/o forme che hai trovato e scegli quelle che vuoi utilizzare, trova la posizione ed incolla le figure all’interno del primo dei due cerchi.

Completa, se lo vuoi, il collage colorando o aggiungendo linee o disegni.

 

 

Il mio è venuto così:

Dai un titolo al tuo mandala.

Posizionalo per qualche istante ad almeno 50 cm di distanza ed osservalo lasciando spazio alle sensazioni che ti comunica: quali parole ti vengono in mente? Fidati di ciò che senti e scrivilo sul tuo foglio degli appunti! Poi scatta una foto!

 

Ora vogliamo trasformare il nostro mandala in modo che rappresenti le nostre piccole sicurezze.

Ritaglia quindi il mandala che hai appena costruito e riposiziona nel secondo cerchio le immagini ritagliate in modo che rappresenti un sentire fiducioso e positivo.

Non tralasciare nemmeno un pezzo, trova un posto a tutto e se vuoi completalo con colori o forme o altro.

Il mio è venuto così:

Dai un titolo a questo mandala.

Posiziona per qualche istante il mandala ad almeno 50 cm di distanza ed osservalo lasciando spazio alle sensazioni che ti comunica: quali parole ti vengono in mente ora? Come si è trasformato? Fidati di ciò che senti e scrivilo sul tuo foglio! E poi scatta una foto!

Adesso il mandala è finito ma possiamo ancora fare qualcosa.

Ritaglia il tuo mandala ed incollalo su uno sfondo colorato ed incornicialo come più ti piace!

Io lo ho messo in una cornice, ma tu potresti scegliere di fare una cornice utilizzando altri materiali (pasta, fiori, foglie, perline, nastrini, viti, mollette … lasciati ispirare).

Annota sul retro delle parole che senti significative!

Se hai piacere condividi il tuo mandala o le sensazioni e riflessioni che sono emerse nel costruirlo inviando una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., e io ti risponderò!

 

Buon lavoro!

Luisa

Liberamente tratto dal Metodo Mandala Evolutivo di Gabriella Costa ®