La mia Cartolina

Cari amici, care amiche di #iomifermoconte,

ho pensato di scrivere questa cartolina per gratitudine e ringraziare a chi in questo momento di chiusura, clausura, quarantena, sospensione, mancanza di libertà ha condiviso con me il suo tempo, i suoi pensieri, i suoi progetti, i suoi sentimenti e le sue emozioni, a volte serene, leggere, colorate, a volte tristi, irate, rabbiose.

La mia vita frenetica, ritmata, a momenti vorticosa, prima del Coronavirus, è stata totalmente stravolta, spesso auspicavo ad avere dei momenti “di dolce far niente”, di dedicare il “mio” tempo solo a me stessa ed ora che è avvenuto, dopo i primi giorni di smarrimento, ma anche di rilassamento, si è fatto avanti un timore.

Non la preoccupazione di ammalarmi o magari di essere asintomatica - non sono uscita di casa per quindici giorni - ma che le mie giornate trascorressero una dopo l’altra senza lasciare impronta, segno.

Non ho nostalgie, non ho rimpianti, la vita mi ha tolto, ma poi ha dato, penso più di quello che si è presa, ma a 60 anni compiuti, per me è importante riempire le mie giornate di relazioni, di calore, di sorrisi, anche litigate, discussioni, confronti ma poi ritornare sereni ed in pace.

E questo ringrazio voi, la mia cara amica, il gruppo di Intrecci-Kontatto, un pensiero particolare a chi in questi giorni ha dedicato anima e corpo alle persone ammalate, al gruppo di #iomifermoconte.

Grazie, un abbraccio, Annalisa